MY FAVORITE

Basta una maglietta..

Trendcrossing

23 giugno 2018

Una t-shirt ed è subito estate…ovvero 100% free style! Perché la maglietta sta bene con tutto e sta bene a tutte, ed ha il potere di farci tornare ragazzine!

Una maglietta? Troppo banale? Non dimentichiamo che spesso la semplicità è la pillola giusta contro qualsiasi eccesso modaiolo…la t-shirt è il passpartout dell’estate! Anche nella sua versione più easy è sempre una piacevole sorpresa, e basta qualche piccolo trucchetto per renderla subito trendy.

“Le nostre magliette raccontano molto di noi, di come siamo, della vita che facciamo, sono la carta di identità della nostra personalità”

Bianca o nera

Immancabile nel nostro guardaroba, da abbinare con un sotto importante

Diversamente colorate

Magliette bianche e nere…popolano i nostri cassetti perché sono l’apostrofo diversamente colorata tra gli accessori estivi e un “sotto” che vuole farsi notare. Gonne, shorts, pantaloni maschili, oppure colorati e fantasiosi. Le t-shirts bianche o nere risolvono qualsiasi outfit e rispondono alla classica domanda “e adesso che ci metto qui sopra”?

Il segreto per renderle trendy: coordinare accessori che si fanno notare. Collane o orecchini vistosi, eccentrici, colorati.

Il segreto per renderle glamour: usare gioielli (veri) molto easy, come una catena sottile o un ciondolo, per avere subito un aspetto “luxury”.

La morte sua: il sotto sartoriale. Dal pantalone gessato, alla gonna nuvola di pizzo chantilly…cercate il contrasto, premia sempre!

Chiacchierone

Le magliette parlanti vanno scelte con cognizione di causa. In quanto portatrici di un messaggio, hanno il pregio/difetto di parlare prima che noi apriamo bocca.

Insomma possano metterci in cattiva luce ancora prima che possiamo fare qualcosa, quindi meglio stare sul generico…

Benvenute quelle con i saluti in tutte le lingue (sempre cortesi), le frasi ironiche (ma non volgari), le citazioni (purché colte e non troppo scontate).

Da evitare le frasi allusive, autocelebrative, discriminatorie che possono etichettarvi nel modo sbagliato…e l’etichetta si sa…è meglio che resti all’interno e che sia ben nascosta…

La morte sua: la gonna romantica, eccessiva, esagerata, vistosa per creare un piacevole quanto sorprendente contrasto

Magliette con ricami, tagli, applicazioni

Esigono un sotto semplice e lineare

Fashioniste

Ovvero addizionate di particolari che fanno dimenticare di indossare una semplice maglietta: ricami, tagli, asimmetrie, applicazioni, chi più ne ha più ne metta. Tutta l’attenzione si sposta sul sopra, il resto passa in secondo piano. Accessori sobri e sottotono,  sotto semplice e lineare.

La morte sua: il pantapalazzo, il pantalone a sigaretta, il pantalone capri, modelli semplici, dritti, puliti, senza fronzoli…quelli sono già sulla maglietta.

Animate

Le magliette che attirano l’attenzione: trompe l’oeil, con illustrazioni, disegni, effetti sorprendenti. Indossabili solo se tendete almeno un po’ all’esibizionismo, perché vi ritroverete molti occhi divertiti puntati addosso. Ci vuole un po’ di carattere, ma si può fare.

La morte sua: jeans e sneakers, l’outfit perfetto per metterle in piena luce e dargli modo di esprimere tutta la loro prepotente e dirompente anima ironica!

Voglia di trendy-news?

EnglishFrenchGermanItalian

Pin It on Pinterest

Share This

Share this post with your friends!