“Selfie: fotoritocco si o no? È solo vanità, o il modo per dare maggiore espressività ad un’immagine?”

C’è ritocco e ritocco

Già selfarsi è un mezzo peccato veniale, figuriamoci cedere al richiamo del fotoritocco. Molto facile che siamo tacciate di essere delle inguaribili vanitose che spacciano sui socials fischi per fiaschi. In effetti è facile lasciarsi prendere la mano dai vari filtri bellezza ed effetti ritratto: togli la zampa di gallina, rimodella il girovita, sbianca il sorriso ed ecco la nostra bella copia pronta  per raccogliere likes.

Ebbene anche il fotoritocco, così come la vanità, si può praticare a vari livelli, basta usare gli strumenti giusti, ma soprattutto avere degli obiettivi ben chiari in testa. O meglio bisogna chiedersi: cosa voglio comunicare con questa immagine che sto ritoccando? Ha dei difetti che voglio migliorare: per esempio è troppo scura, è deformata? Oppure è solo un po’ banale e voglio renderla speciale?

Facciamoci le domande giuste e saremo in grado di darci le risposte giuste, perché ritoccare un selfie non è un semplice atto di vanità, ma un modo per esprimere meglio quello che vogliamo dire con la nostra immagine. Ecco qualche dritta e qualche app dal tocco magico disponibile sia su Apple Store che su Google Play.

 

1. Schiarire un controluce 

È il fotoritocco più semplice e immediato: quando ci scattiamo una foto in controluce, abbiamo il bell’effetto luminoso dello sfondo, che si accompagna però a sgradite ombre sul viso, che è facile correggere con varie app, sia quelle native dello smartphone che con app specifiche per il fotoritocco come Facelab o Facetune. Basta aumentare leggermente la luminosità (senza esagerare, per non rischiare di bruciare troppo lo sfondo), e schiarire le ombre (in questo modo si schiariranno solo gli scuri) aumentando leggermente il contrasto.

2. Correggere le deformazioni del grandangolo

Ormai lo abbiamo capito tutti, quando ci scattiamo un selfie, a meno che non si utilizzi un’asta  o un cavalletto (o abbiamo il braccio dell’uomo gomma) il grandangolo ci deforma il viso e diventa necessario rimodellare quello che è stato distorto dall’obiettivo.  Generalmente a soffrire sono naso e mento, ma anche gli occhi possono risultare più distanti di quanto non siano al naturale. Sia su Facetune che su Facelab troviamo lo strumento rimodella … Facile farsi prendere la mano e combinare un pasticcio, basta fare come con lo zucchero nel caffè…evitiamo l’abuso,  per non renderlo stucchevole. Ricordiamoci solo che con rimodella si riduce e con definisci si plasma, quindi andiamo a ridefinire le proporzioni e inclusi i contorni del viso (vedi alla voce “doppio mento”). La zampa di gallina incombe e l’occhiaia fa capolino? Una leggera passata con lo strumento leviga e il gioco è fatto, effetto luminosità assicurato. E se poi ci siamo dimenticate di sorridere…bè anche a quello c’è rimedio…lo strumento neanche a farlo apposta si chiama sorriso.

3. Dare emozione ad un’immagine

Un selfie è un’immagine che racconta qualcosa di noi…e come tale deve comunicare un’emozione, dare una sensazione, esprimere qualcosa. E allora perché non sperimentare qualche effetto speciale? Un’app come Snapseed ha un’infinità di funzioni che si avvicinano al photoediting professionale e ci permettono di modificare l’immagine a vari livelli correggendo non solo il soggetto ritratto (cioè noi) ma anche lo sfondo. Con strumenti come HDR possiamo saturare e dare rilievo ai colori, con le regolazioni glamour dare all’immagine un’atmosfera da favola, e con il ritratto, esaltare la luce sul volto e dare maggiore espressività allo sguardo. E per correggere un controluce e dare un tocco magico al tramonto? Da provare gli effetti Morning (per dare all’immagine un’alone dorato) o Faded Glow dai riflessi metallici.

E tu quali app di fotoritocco hai provato? 

Hai domande da fare o curiosità da soddisfare su questo argomento?

Lascia un commento sotto questo post…

Sei curiosa di scoprire tutti i segreti del selfie perfetto? Seguimi nei prossimi post che porteranno alla realizzazione del manuale del selfie perfetto…e non dimenticare di iscriverti alla newsletter qui sotto: diventa una Trendcrosser

diventa una trendcrosser

EnglishFrenchGermanItalian

Pin It on Pinterest

Share This

Share this post with your friends!