“Selfie creativi: sperimentare con gli autoritratti per creare immagini speciali”

Autoritratti

Perché un artista si autoritrae? Bella domanda…ogni artista vi darà una risposta diversa. Certo è che l’autoritratto ha a che vedere con la percezione di se stessi e il desiderio di esprimersi.

Per noi comuni mortali non è molto diverso, l’unica differenza è che non abbiamo le capacità espressive o l’originalità per essere definiti artisti, ma l’intento è esattamente lo stesso: raccontarsi in un’immagine, lasciare agli altri qualcosa di noi stessi.

E allora perché non provare a selfie-sperimentare proprio come fanno gli artisti?  I modi per farlo sono tanti, basta provare a cambiare punto di vista, cogliere una luce un po’ diversa e lasciarsi ispirare, provare ad osservarsi con occhi nuovi e ovviamente guardarsi intorno e cogliere il bello non solo in noi stessi, ma anche in quello che ci circonda.

 

1. Giocare con la luce

Su tutti i manuali di fotografia leggiamo che per un bel ritratto la luce deve essere in fronte al soggetto…in realtà la luce alle spalle può dare molte più soddisfazioni se siete alla ricerca di un’immagine un po’ speciale.  Certo non è facile da gestire e il rischio come ben sappiamo è quello di essere un po’ scuri in volto, piccolo inconveniente che si può correggere in fase di fotoritocco. Ma non è tutto, quando i raggi del sole entrano nell’obiettivo possono creare uno splendido gioco di riflessi, come le striature rosse che vedete nella foto qui sopra. 

 

2. Cambiare prospettiva

Vabbè se avete abbastanza faccia tosta da arrampicarvi su una colonna, in pieno centro città un sabato mattina, per scattarvi un selfie, allora potete fare di tutto! Il mio obbiettivo era ovviamente quello di scattarmi una foto controluce mitigando la prepotenza del sole con la testa (e non intendo “usando il cervello”…intendo proprio usando la testa come se fosse un pannello). In questo modo ho ottenuto l’effetto luminoso intorno ai capelli, detto anche… “effetto santa subito”. Certo per foto come questa ci vorrebbe un po’ di backstage, giusto per farsi due risate…ma vi potete immaginare quanta gente mi è passata davanti ridacchiando. 

3. Effetti pittorici

Ci sono tantissime app di fotoritocco che oltre ai filtri fotografici propongono una serie di effetti pittorici interessanti per dare un mood speciale anche al selfie più banale. In questi scatti io ho usato Snapseed (app gratuita di Google) come base per il fotoritocco (mi piace tantissimo l’effetto ritratto perché illumina molto il viso e lo sguardo) e Sketch Master (gratuita con possibilità di acquisti in app)  sperimentando i filtri color cartoon (foto sopra) e water colors (foto sotto)

E tu come ti selfi? 

Hai domande da fare o curiosità da soddisfare su questo argomento?

Lascia un commento sotto questo post…

Sei curiosa di scoprire tutti i segreti del selfie perfetto? A breve l’uscita del manuale dedicato a questa pratica edonistica quanto divertente…e non dimenticare di iscriverti alla newsletter qui sotto: diventa una Trendcrosser

diventa una trendcrosser

EnglishFrenchGermanItalian

Pin It on Pinterest

Share This

Share this post with your friends!